Quale Europa ci aspetta con l’Unico Ordine Mondiale e con la Grande Israele?

migranti africaniOrmai tutti abbiamo capito che i disegni dell’unico ordine mondiale e della grande Israele stanno andando avanti e prevedono in via preliminare la sottomissione, l’indebolimento e il declino di tutta l’Europa (quindi non solo dell’Europa latino mediterranea, la cui decadenza è stata solo un primo assaggio di ciò che stava per accadere,). Quei progetti prevedono altrresì il preventivo declino  della Russia e finanche della Cina. Già la Cina.  Perché perfino la lontana Cina se vuole svalutare la propria moneta deve prima chiedere il permesso ai padroni del mondo agli Stati Uniti d’America e poi eventualmente procedere. Altrimenti le tocca un attacco a base di bombe chimiche, di cui non viene più neppure data notizia.

Israele-e-Stati-Uniti-israele stati unitiMa Cina e Russia verranno dopo. Per ora la tracotanza americana sta mandando in frantumi soprattutto l’Europa Ci accorgiamo solo oggi a distanza di venticinque anni dai fatti che il comunismo era uno straordinario elemento di equilibrio e di stabilità del pianeta che induceva gli statuniensi e gli israeliani,  popoli tendenzialmente molto aggressivi a starsene in pace a casa loro senza accarezzare disegni di espansione e di egemonia mondiale, come le loro teste bacate li portano a fare. Averlo perso (il comunismo) è stata una tragedia.

nethaniau onuisraele cartina hqdefaultCon la caduta dell’Unione Benjamin+Netanyahu+Hillary+ClintonSovietica statunitensi e israeliani, infatti hanno avvertito come se d’incanto, si fossero spezzate le catene che impedivano loro di conquistare e di dominare il mondo, anche se già avevano provato a immaginarlo. I progetti per l’espansione di Israele – come abbiamo riportato in altri nostri articoli –, sono precedenti alla caduta del Muro, ma erano riposti e conservati nei cassetti degli archivi del Ministero degli Interni dello Stato di Israele a prendere polvere. Solo caduto il muro di Berlino alcuni segmenti affaristici degli Stati Uniti hanno da subito cominciato a mettere in pratica la loro assurda teoria dell’unico ordine mondiale. Le stragi siciliane del 1992 e la gita sul Britannia sono state soltanto il primo passo. Lo Stato di Israele dal canto suo ha lentamente ma inesorabilmente portato avanti l’altrettanto assurdo progetto di realizzare la Grande Israele, un ‘unica congerie di stati ebrei curdi e sunniti strettamente alleati tra loro che dovrebbero occupare tutto il territorio del Medio oriente che va dal Nilo fino all’Eufrate.

moro berlinguerNel 1945 l’Europa era stata spartita tra gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica e nessuno poteva fare un passo contro l’altro.. Aldo Moro e Enrico Berlinguer tentarono di realizzare un cuscinetto da terza via rispetto a questi due blocchi ma solo per questo Enrico Berlinguer stava per essere assassinato a Sofia e Aldo Moro fu invece realmente assassinato a Ostia in provincia di Roma.

papa e putinNel 1991 i russi sono usciti dalla scena e da allora gli americani hanno dilagato occupando tutta l’Europa. Vladimir Putin giustamente chiedeva ai generli della Nato: Perché state impiantando in Polonia in Cecoslovaccha e in Ungheria missili puntati contro di noi? Vi abbiamo fatto qualcosa? Se la Grecia doveva entrare o no nell’euro era cosa che decidevano gli americani non gli Europei.. Oltre al materiale militare gli americani hanno importato in Europa la loro agenda politica e sopratutto il loro credo politico il neo liberismo (niente più aziende di stato, niente più aiuti di stato niente più svalutazioni delle monete) e ora il loro giogo grava su tutta l’ Europa. I leaders europei sono costretti a fare passi che danneggiano i loro stessi paesi. A prendere decisioni sbagliate, contro gli interessi della loro stessa gente, come ad esempio è avvenuto con il mantenimento della Grecia nell’area euro.

Eppure dopo il 1991 l’Europa aveva vissuto un nuovo straordinario momento di grande splendore perché aveva trovato un nuovo acquirente della sua produzione industriale e agricola, la Russia, la quale, negli anni 90, aveva  acquistato in gran quantità i suoi macchinari, i suoi formaggi, i suoi vini e ha consegnato agli europei gas e petrolio a buon mercato, Gli Stati Uniti hanno quindi subito bloccato i circuiti di questo commercio che dava prosperità e forza all’Europa. Ora gli europei sono stati indotti ad applicare sanzioni alla Russia. Perfino un areo di linea è stato abbattuto per rinforzare queste sanzioni, e gli europei ora buttano al macero le loro mele i loro formaggi, i loro vini, che prima vendevano a buon prezzo alla Russia e sono costretti a spendere di più in armamenti e saranno costretti a importare gas molto molto più costoso di quello russo..

gheddafi hitlerL’Europa aveva un amico sul proprio mare, il colonnello Gheddafi che per decenni ha venduto all’Europa petrolio a bassissimo costo, l’Italia in particolare gestiva un terzo della sua economia petrolifera che era la nona economia petrolifera del mondo. Gheddafi ha importato merci europee per la sua piccola popolazione prospera ha aiutato la Fiat e l’Unicredit, teneva milioni di africani occupati in Libia,era ancora propenso ad arricchire decine di imprese italiane.

Sotto la guida degli Stati Uniti, la NATO ha bombardato la Libia, ha fatto linciare Gheddafi dalla folla e poi lo ha fatto assassinare dal suo stesso popolo. Il suo paese è stato distrutto. I libici e gli africani che lavoravano in Libia sono stati tutti costretti a fuggire in Europa da profughi.

hiter assad 3L’Europa aveva un amico a Damasco. Questo amico ha comprato merci europee per svariati milioni di euro, ha mantenuto unito il suo paese, ha visitato Parigi. Improvvisamente per volontà degli Stati Uniti, è diventato un genocida; le armi sono state consegnate ai suoi nemici, i fanatici ribelli siriani. perfino un ambasciatore americano è stato assassinato perchè non fosse impedito che quelle armi fossero date. La Siria è stata devastata e milioni di rifugiati siriani sono fuggiti in Europa

Gli americani hanno inseguito gli iracheni, il cui paese è stato messo in ginocchio dall’invasione statunitense del 2003 e poi dagli attacchi dell’Isis di questi ultimi anni. Il paese più avanzato del Medio Oriente, con istruzione gratuita e cure mediche gratuite, con i migliori ingegneri e i migliori artisti è stato trasformato in un vespaio di conflitti confessionali mentre milioni di iracheni stanno fuggendo in Europa. Afgani, palestinesi, arabi, africani si sono riversati in Europa dai loro paesi fracassati dal pugno di ferro delle Forze Armate degli Stati Uniti.

Questa terribile distruzione del Medio Oriente a causa di queste assurde guerre condotte e volute dagli Stati Uniti è anche dovuta all’influenza sionista; asseconda il desiderio di Israele di frammentare la regione mediorientale al fine di realizzare il progetto della Grande Israele: un mix di nazioni sioniste sunnite e curde insediate dal Nilo all’Eufrate, al posto delle vecchie popolazioni massacrate, convertite o messe in fuga. Specie ora che dopo la scoperta dei suoi giacimenti marini, Israele si considera una grande potenza gasifera in grado di accogliere tutti gli ebrei sparsi per il Mondo. Non è un caso se I promotori delle guerre arabe sia democratici che repubblicani sono tutti chi più chi meno legati alla massoneria internazionale e agli altri circoli ebraisti tristemente noti in America. Costoro hanno spinto per l’invasione dell’Iraq con Busch, hanno spinto per l’invasione della Libia della Siria e dell’Irak con Obama e ora chiedono anche la guerra contro l’Iran,

Ma l’Europa è stata la prima vittima di questi conflitti. Senza queste guerre, le ondate migratorie non ci sarebbero state. I nostri commerci con la Russia e con il mondo arabo sarebbero continuati.  Chiunque ha pianificato queste guerre non poteva non prevedere e non volere il decadimento anche dell’Europa non poteva non prevedere e non volere che i migranti e i profughi libici, siriani, irakeni avrebbero smontato l’Europa oltre che il Medio Oriente. L’Europa è quindi una  vittima pre-destinataq di questa tragedia in quanto deve essere indebolita e quindi sottomessa nel cammino verso l’unico l’unico ordine mondiale e verso la Grande Israele.

In origine l’Unione Europea doveva essere un’unione di stati di quegli stessi stati che nella storia hanno dato vita prima all’impero romano poi dell’impero di Carlo Magno e poi al Rinascimento italiano, esempi di massima civiltà per quei tempi. Si voleva da parte dei padri fondatori una grande Europa che rinnovava quella gesta e questa forse, era pure  un’idea fattibile. Ma gli Stati Uniti hanno preso il controllo di tutto, hanno costretto Bruxelles ad accettare anche gli stati dell’Europa orientale.  All’interno dell’UE, i paesi sviluppati della vecchia unione hanno divorato i paesi meno sviluppati. Senza bisogno di visti gli stati baltici hanno perso oltre un terzo della loro popolazione. La Lettonia è scesa dai 2,7 milioni alla fine dell’era sovietica, agli attuali 1,9 milioni. La Lituania da 3,7 a 2,9 milioni. La Romania, una volta liberata dai suoi debiti ora è di nuovo indebitata fino al collo. I suoi cittadini impoveriti hanno invaso le città dell’Europa occidentale.

In Svezia di fronte a ogni supermercato, a ogni stazione di metropolitana a ogni stazione ferroviaria si trova una mendicante zingara con in mano un bicchiere di plastica per l’elemosina.

Sono venuti dalla Romania e dall’Ungheria, stati membri dell’UE stati con un basso tenore di vita ma all’interno della zona Schengen e quindi senza bisogno di un visto. A questi ora si aggiungono in masse sempre più imponenti i profughi  arabi di queste guerre assurde. Chi darà mai un lavoro a tutta questa gente?. A Malmoe in Svezia ci sono interi quartieri dove non c’è più uno svedese. A Blekbourn in Inghilterra c’è lo stesso fenomeno. I musulmani sono più degli inglesi. Le migliaia di irakeni e di siriani oggi in fuga vogliono raggiungere quei loro connazionali in Svezia, in Inghilterra, in Germania perché sanno che lì grazie alla fratellanza musulmana, per i primi tempi riceveranno quel minimo di cure e di assistenza di cui hanno bisogno. Ma poi? Chi darà loro un lavoro? Quale Europa ci aspetta se ci sarà ancora un’unica Europa succube degli Stati Uniti e finalizzata  all’unico ordine mondiale e alla Grande Israele?

Michele Imperio

Annunci

Un commento

  1. raffele esposito · · Rispondi

    E’ ad dir poco sbalorditivo, ma se ci si pensa bene il Prof. Catapano e chi ha scritto l’articolo con una eccezionale attenzione del’analisi è perfetta, e tutto ciò che accade è congruente. Grazie per questi bagliori di luci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: