Assegni nucleo familiare: come inserire fratelli, sorelle e nipoti?

A cura di: Giuseppe Catapano

Inps e assegno per il nucleo familiare: come inserire nel nucleo anche altri parenti come fratelli, sorelle e nipoti.

Assegni-nucleo-familiare-come-inserire-fratelli-sorelle-e-nipoti-370x230Come noto, l’assegno per il nucleo familiare è una prestazione previdenziale a carico dell’INPS – generalmente anticipata dal datore di lavoro – che viene erogata al lavoratore dipendente nel corso dell’attività lavorativa. L’assegno serve a sostenere i nuclei familiari composti da più persone ed i cui redditi sono compresi nelle fasce stabilite annualmente. Esso spetta in misura diversa in rapporto al numero dei componenti ed al reddito del nucleo familiare.

I presupposti per l’assegno del nucleo familiare sono:

– presenza di un nucleo familiare;

– rispetto di determinati limiti di reddito;

– assenza di altro ANF o di altro trattamento di famiglia;

– corretta presentazione della domanda.

Il datore di lavoro ha il dovere di verificare la sussistenza di tali condizioni per il riconoscimento dell’assegno.

Alcuni soggetti possono essere inclusi nel nucleo familiare solo previa autorizzazione dell’INPS.

L’autorizzazione, in particolare, deve essere richiesta dal lavoratore (Mod. ANF 42) nelle seguenti ipotesi di inserimento nel nucleo familiare di fratelli, sorelle non coniugati e nipoti non coniugati.

Condizioni per l’inserimento di tali parenti all’interno del nucleo familiare sono:

– assoluta e permanente impossibilità di dedicarsi ad un lavoro proficuo a causa di difetto fisico o mentale;

– stato di orfano di entrambi i genitori;

– non titolarità di pensione ai superstiti.

Domanda

L’autorizzazione deve essere richiesta all’INPS esclusivamente tramite uno dei seguenti canali:

Web – servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino mediante PIN, attraverso il sito http://www.inps.it. Una volta inviata la domanda è possibile stampare la ricevuta di presentazione e la copia della domanda per verificarne la correttezza (mod. ANF/42);

Contact center, tramite il numero verde INPS. Il Contact center è abilitato ad acquisire le domande, previa identificazione del cittadino tramite PIN dispositivo;

intermediari dell’istituto (patronati), attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

Alla domanda devono essere allegati i documenti attestanti la situazione di fatto del richiedente. In particolare è necessario munirsi di:

– documentazione sanitaria attestante l’inabilità
– dichiarazione di responsabilità del richiedente attestante che i soggetti non hanno diritto alla pensione ai superstiti (recante le generalità dei genitori defunti e il tipo di attività svolta da questi ultimi).

I documenti possono essere presentati solo per la prima richiesta e successivamente solo in caso di variazione della situazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: