Un Roberto Saviano particolarmente pessimista, quello intervistato ieri da Massimo Giannini nel corso della puntata di Ballarò su Rai3. Parole dure come pietre e anche con un velo di amarissima ironia: «A credere nei giovani sono soprattutto le organizzazioni criminali. Napoli dimenticata da questo governo e dall’Europa. Le nuove leve stanno iniziando a dominare. La strategia che utilizzano è quella delle “stese” che significa girare per i quartieri e sparare. Non si spara a persone a finestre, case, macchine, ogni tanto si becca anche un obiettivo umano. Non so se Napoli è dimenticata da Dio, quantomeno è dimenticata da questo Governo e dall’Europa che la considera lontana dai suoi interessi». «Spesso si confonde la dichiarazione con l’azione, è un gioco furbo che fa questo Governo, cioè di occuparsi di qualcosa dichiarando che farà e poi raramente c’è la verifica su quanto promesso. Questo mi dispiace». «Cosa si è fatto? – ha proseguito – Si sta promettendo una valanga di miliardi ma non c’è progetto. Cosa è stato detto? Che si sta tentando di salvare qualche azienda? che adesso arriveranno dei nuovi fondi? In realtà io non vedo la centralità del Sud Italia non vedo neanche la volontà di intervenire davvero sul territorio, vedo piuttosto il tentativo di arginare il problema», ha detto Saviano. ADVERTISEMENT «Bisogna essere radicali: il sud è fallito, c’è un pezzo di Italia che è completamente fallita. Certo, ci sono città che si salvano, qualche imprenditore che riesce a reggere, ma si va via… Il Sud non è più un problema per questo governo perché non fa pressione politica. Il Sud non fa più neanche paura alla politica, per paura intendo la volontà di conquistare il consenso, tanto compri i voti con pochi spicci, con qualche promessa». Così Roberto Saviano. E ancora: «Pensare che sia piagnisteo raccontare con dolore quello che non funziona credo che sia rischioso. E poi di cosa stiamo parlando? Le analisi che ha fatto la GdF hanno parlato di un indotto criminale di 170 mld di euro, non credo sia un piagnisteo. Mi dispiace, riconosco gli sforzi che ha fatto Renzi, ma mi spiace anche che consideri qualsiasi critica un modo per diffamare l’Italia. In questo – dice Saviano – c’è una somiglianza con Berlusconi: non si deve criticare perché se no si indebolisce. Temo che si arrivi alla parola pericolosissima di “disfattista” tra poco». Per Saviano inoltre «le dichiarazioni di Rosy Bindi sono in perfetta coerenza con l’analisi che da anni viene fatta del territorio. Forse – afferma – è stata mal interpretata, qualcuno ha creduto che si facesse riferimento al dna dei meridionali o dei napoletani, ma non credo che abbia fatto riferimento a questo».

A cura di: Giuseppe Catapano

83042Sara’ un medico italiano colui che eseguira’ in Cina il primo trapianto di testa umana. A finire sotto i ferri sara’ un volontario russo, colpito dalla malattia degenerativa di Werdning-Hoffman (che lo porterebbe a morte certa), il primo uomo a seguire del orme del mostro immaginario di Frankenstein. Il “paziente” si ritiene tranquillo e il suo unico interesse e’ l’affidabilita’ dell’intervento. Del resto, quando non si hanno scelte, si rischia…

Il medico che eseguira’ l’intervento e’ l’italiano neurochirurgo Sergio Canavero. il professor Canavero eseguira’ l’operazione alla fine del 2017 e si prepara a rimanere in sala operatoria 36 ore aiutato da un’equipe composta da 150 medici.

Il professor Canavero che e’ gia’ stato molto criticato dai colleghi per l’arditezza dell’intervento, applichera’ una nuova tecnica per quanto riguarda il taglio e il collegamento delle fibre nervose e del midollo, punto cruciale e fonte maggiore di rischio.
Gli studi fatti su cavie dal collega cinese che lo affianchera’ nell’operazione hanno dato un buon risultato, anche se la sopravvivenza e’ ancora limitata nel tempo. Si cerchera’ di allungare proprio questo tempo con una nuova tecnica e con l’ossido di polietilene abbinato alla corrente elettrica che consentira’ di saldare le fibre del midollo spinale. Gia’ nel 1970 si era fatto un tentativo sulla testa di uno scimpanze’ che pero’ visse solo 9 giorni.

Il medico assicura che la medicina e la ricerca hanno fatto passi da gigante e il prossimo intervento “sara’ il miracolo”. Il costo dell’intervento dovrebbe aggirarsi intorno ai 10 milioni di dollari.

Il paziente russo ha dichiarato di aver totale fiducia e di essere pronto ad affidarsi alle esperte mani del professor Canavero. Sara’ la nuova Creatura e questa volta non e’ un film.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: