Allerta meteo Sardegna: nubifragio Iglesias

A cura di: Giuseppe Catapano

giucatapCAGLIARI – Primi nubifragi, strade allagate, scuole chiuse, massima allerta: la Sardegna si prepara al ciclone che la dovrebbe travolgere in queste ore. L’allarme rosso riguarda soprattutto il pomeriggio di giovedì 1 ottobre e la mattina di venerdì 2. Infatti la Regione ha chiesto ai Comuni che tutte le scuole siano chiuse e che anche gli ospedali riducano di molto la propria attività.

Primo nubifragio a Iglesias.

A Iglesias un violento nubifragio ha causato allagamenti e qualche disagio. Le strade si sono allagate, causando rallentamenti alla circolazione e numerosi ritardi sulla tabella di marcia per i treni della tratta Cagliari-Iglesias.

Sgomberati campeggi a Muravera, Solanas e Castiadas.

Il forte acquazzone piombato sul litorale cagliaritano ha creato disagi e allagamenti nella zona di Muravera, Solanas e Castiadas. Una decina di camperisti che che si trovano in un parcheggio alle porte di Solanas sono stati evacuati dalla Protezione civile del gruppo ‘Masise’, attivato dal Comune, e trasferiti in un centro sociale. Il livello di attenzione è alto sul Rio Solanas, che sta già scaricando a mare. Altri camperisti in difficoltà a causa degli allagamenti sono stati allontanati da un parcheggio a Castiadas dai vigili del fuoco. Al momento la situazione sembra sotto controllo.

A Capoterra torna l’incubo alluvione.

Strade piene d’acqua e fango e tanta paura. Si rivive l’incubo dell’alluvione del 22 ottobre del 2008, che costò la vita a quattro persone, a Capoterra, centro nell’hinterland di Cagliari dove piove incessantemente da più di due ore. Nell’ultimo bollettino della Protezione civile nelle due stazioni di monitoraggio sono stati registrati 12,8 e 13,6 millimetri d’acqua. A causa del maltempo un tratto della statale 195 Sulcitana, dal chilometro 12 al chilometro 18, è stato chiuso al traffico. Sul posto sono già intervenute le squadre dell’Anas e i vigili del fuoco. Altri allagamenti sono segnalati nelle vicinanze di alcune gallerie. Nel 2008 tre delle vittime di Capoterra furono trascinate via dalla forza del rio San Girolamo, ingrossato dalla pioggia eccezionale, la quarta invece annegò all’interno della sua abitazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: