WHY NOT, DE MAGISTRIS ASSOLTO IN APPELLO. RESTA SINDACO DI NAPOLI: “FINISCE UN INCUBO”

A cura di: Giuseppe Catapano

giucatap213ROMA – «Sono molto contento, finalmente è stata fatta giustizia». 
Esulta, Luigi De Magistris, dopo essere stato assolto dalla terza corte di appello di Roma, insieme al consulente Gioacchino Genchi, dall’accusa di abuso d’ufficio in relazione alla vicenda dell’acquisizione di tabulati telefoni di politici. Un’accusa – quella per il caso “Why Not” – che in primo grado gli era costata una condanna a un anno e tre mesi di reclusione, in concorso con Genchi. Scongiurato, quindi, il pericolo di una sospensione dalla carica per il sindaco di Napoli. La sentenza, emessa dal collegio della terza sezione presieduto da Ernesto Mineo, rivestiva particolare importanza alla luce del rigetto del ricorso che lo stesso De Magistris aveva inoltrato alla Corte Costituzionale sulle norme della legge Severino relative alla sospensione degli amministratori locali condannati, anche in via non definitiva. Sotto accusa era finita l’acquisizione di tabulati telefonici di 8 parlamentari senza le autorizzazioni delle camere di appartenenza: Romano Prodi, Francesco Rutelli, Clemente Mastella, Marco Minniti, Antonio Gentile, Sandro Gozi, Giuseppe Pisanu e Giancarlo Pittelli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: