Banca Etruria, per l’insolvenza l’8 febbraio tutti i protagonisti in aula

A cura di: Giuseppe Catapano

giucatap637Arezzo, 25 gennaio 2016 – Lunedì 8 febbraio: il collegio del tribunale fallimentare dovrà valutare il ricorso per lo stato di insolvenza di Bpel presentato dal liquidatore Giuseppe Santoni. Citati, oltre allo stesso Santoni, l’ultimo presidente di Banca Etruria Lorenzo Rosi, i commissari Riccardo Sora e Antonio Pironti, il rappresentante della Banca d’Italia.

 Il default della banca, zavorrata dal peso dei crediti deteriorati e degli incagli, è stato deciso per decreto allo scopo di evitare gli effetti del bail-in, entrato in vigore dal primo gennaio. Etruria e le altre tre banche in risoluzione erano in buona compagnia: a dimostrarlo sono i dati sulle sofferenze che giornalmente emergono e che hanno portato alla grande crisi degli istituti bancari. Ma torniamo alle possibili conseguenze dell’udienza dell’8 febbraio, presieduta dal presidente del tribunale Clelia Galantino. Se il verdetto accoglierà il ricorso di Santoni, verrà dichiarato lo stato di insolvenza e l’incartamento approderà negli uffici della procura per essere analizzato dal pm Roberto Rossi che sul caso Banca Etruria ha già aperto quattro filoni di inchiesta.

 Si procede per ostacolo alla Vigilanza nei confronti dell’ex presidente Giuseppe Fornasari, dell’ex direttore generale Luca Bronchi e del dirigente David Canestri (siamo già all’avviso di chiusura indagini). C’è poi anche il fascicolo relativo al conflitto di interessi , che riguarda l’ultimo presidente Lorenzo Rosi e il commercialista fiorentino Luciano Nataloni, ex consigliere di amministrazione.

Terza inchiesta è quella sulle fatture false (cinque indagati: Fornasari, Rosi, Bronchi e due della società Methorios), approdata all’avviso di chiusura indagini. Infine la quarta, per truffa, dietro l’esposto presentato da alcuni risparmiatori. ALLE QUATTRO inchieste potrebbe aggiungersene una quinta se, nel caso di dichiarazione di insolvenza, il procuratore Rossi ravvisasse i profili della bancarotta fraudolenta. E a quel punto tra gli indagati potrebbero finire anche nomi eccellenti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: