Fermo, aggressione a una lucciola Nessun gioco erotico, violenza sessuale

A cura di: Giuseppe Catapano

A picture taken on October 19, 2013 shows a prostitute near the Matabiau railway station in Toulouse, southwestern France.  AFP PHOTO / REMY GABALDA        (Photo credit should read REMY GABALDA/AFP/Getty Images)

FERMO – Ha prima abusato di lei, poi minacciandola di morte e picchiandola l’avrebbe costretta a fare sesso con due estranei. E’ quanto è successo ad una giovane lucciola di origini rumene nell’aprile del 2014 a Porto Sant’Elpidio nei pressi dello stabilimento balneare la Playa de Cococciò.  A finire sul banco degli impuntati con l’accusa di violenza sessuale, minacce e lesioni è un cittadino tunisino S.H. Ieri si è celebrato il processo, durante l’udienza sono stati ascoltati i due uomini che avrebbero accettato l’invito di S.H pensando di partecipare ad un gioco erotico.  Secondo la ricostruzione delle Procura la ragazza, dopo essere salita in macchina del suo aggressore, è stata condotta in luogo appartato, qui sarebbe stata picchiata e sotto minaccia di morte costretta ad avere un rapporto sessuale con lui.  Non contento di ciò, l’uomo avrebbe obbligato la donna, sempre mediante violenza e minacce, a fingersi la sua compagna e a fare sesso con altri due individui, che si sarebbero accorti, per via delle lacrime e dei lamenti, che la ragazza non era per niente consenziente.
Al termine dell’udienza il processo è stato rinviato per sentire la parte offesa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: