Il paladino antimafia studiava da pm

A cura di: Giuseppe Catapano

giucatap737L’inchiesta che coinvolge Antonello Montante, presidente di Confindustria Sicilia con delega alla legalità, indagato per concorso esterno in associazione mafiosa e accusato di aver favorito Vincenzo Arnone, reggente della cosca di Serradifalco e suo amico d’infanzia, sta svelando curiosi risvolti che hanno a che fare con l’archivio scovato qualche settimana fa dalla squadra mobile di Caltanissetta dietro una parete segreta collocata nella stanza da letto di casa sua. Telegrammi, sms, foto con politici, ministri, capi delle forze dell’ordine e magistrati, raccolti in 20 anni e conservati, in maniera ben ordinata, in un apposito server o scannerizzati, e di cui ha parlato ieri, su Repubblica, Francesco Viviano. Centinaia di documenti, dunque, che contengono anche email spedite, dopo l’apertura dell’inchiesta, al ministro dell’Interno Angelino Alfano, una lettera inviata al presidente del Consiglio e poi delle cartelline con i nomi del procuratore aggiunto di Caltanissetta Lia Sava, dell’attuale procuratore generale di Palermo Roberto Scarpinato e di quello nisseno Sergio Lari. Ed è proprio alla procura diretta da Lari che, come si evince da un memoriale sequestrato nel corso delle perquisizioni, Montante si era rivolto, attraverso alcune email, per farsi in qualche modo “ingaggiare” allo scopo di tentare di convincere proprio Arnone, ma non solo lui, a collaborare con la giustizia. Nel documento ora in mano agli inquirenti, infatti, si legge: «Ora, reputando inutile sottolineare che all’epoca della conoscenza e per moltissimi anni la famiglia Arnone era composta da incensurati “serviti e riveriti” da buona parte della provincia di Caltanissetta, qui si rivela per la prima volta un episodio, che fonti istituzionali attendibilissime possono confermare (qualora volessero possono farlo in ogni momento). Dopo gli arresti dell’operazione “Grande Vallone”, Antonello Montante offrì alle Istituzioni la sua disponibilità ad incontrare in carcere Vincenzo Arnone, suo compagno di scuola, e anche altri testimoni di giustizia, per invitarli (è il caso di Arnone) o incitarli a collaborare e raccontare ogni cosa a loro conoscenza. Anche (oggi possiamo dire soprattutto) in questo senso si spiega il contenuto dei lanci di agenzia di Montante con il pressante invito a collaborare». La richiesta contenuta nel memoriale-Montante, però, non va a buon fine. Ed è lo stesso leader di Confindustria Sicilia a domandarsi il perché, come si può leggere nello stesso documento: «Oggi, in questa occasione, con queste note, si svela che quella proposta venne sconsigliata dalle Istituzioni coinvolte, per ragioni che, se vorranno, saranno in grado di rivelare». Ieri la procura di Caltanissetta ha diffuso una nota per ribattere a quanto rivelato da Repubblica, spiegando che «riguardo alle carpette con intestazione “Scarpinato/Lari”, (il primo ex procuratore generale nisseno, ndr) si tratta di diverse email aventi ad oggetto convegni, raccolte di articoli di stampa ed una planimetria. Del resto, è stato rinvenuto materiale del medesimo tenore relativo anche ad altri magistrati, uomini politici e appartenenti a Forze dell’Ordine». La stessa procura precisa che durante la perquisizione a casa dell’indagato non sono stati rinvenuti classificatori intestati al pm Lia Sava, «ma solo una email tra la dottoressa Sava e la dottoressa Linda Vancheri (ex assessore regionale, ndr), avente ad oggetto un convegno in materia di anticorruzione del mese di aprile 2013». Nella nota viene anche sottolineato che, «al di là del legittimo esercizio del diritto di cronaca», lo scopo della replica è quello di «evitare possibili speculazioni e strumentalizzazioni che potrebbero finire per accomunare, in maniera indistinta e per finalità estranee alle indagini e pregiudizievoli per le stesse, soggetti avulsi ai contesti attualmente sottoposti ad investigazione».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: