Crac Parma: pronto un maxisequestro di beni per 735 milioni

A cura di: Giuseppe Catapano

CENTRO SPORTIVO PARMA CALCIO

Toccherà a metà marzo al Tribunale civile di Bologna (sezione imprese) dare il via o meno al maxi sequestro conservativo di beni avanzato dai curatori fallimentari del Parma Fc. In tutto 735 milioni di euro di risarcimento divisi fra ex amministratori del club dichiarato fallito lo scorso 19 marzo e collegio sindacale.

Oggi Gazzetta di Parma pubblica l’elenco completo dei 17 ex amministratori finiti nel mirino dei curatori fallimentari. Si parte, ovviamente, dall’ex presidente Tommaso Ghirardi e dall’amministratore delegato Pietro Leonardi. A loro viene richiesto un risarcimento di 60 milioni di euro a testa. La stessa cifra viene richiesta anche agli ex membri del Cda Susanna Ghirardi, Giovanni Schinelli, Alberto Volpi, Alberto Rossi e agli ex sindaci Mario Bastianon e Francesco Sorlini.

Nel mirino ci sono in particolare i bilanci del club emiliano dal giugno 2013 al fallimento dell’anno scorso e, soprattutto, l’operazione contabile che portò proprio nel giugno di tre anni fa alla cessione del marchio con una plusvalenza di oltre 20 milioni di euro. Nella relazione presentata al Tribunale dai curatori fallimentari si indicherebbe come la società di calcio, già nel giugno di tre anni fa, era di fatto già fallita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: