Omicidio Tartari, il fratello Marco risponde all’assassino. “Nessun perdono”

A cura di: Giuseppe Catapano

giucatap890Ferrara, 25 febbraio 2016 – Non ha nessuna voglia di parlare Marco. Al solo nominare quei barbari che hanno ammazzato il fratello Pier Luigi Tartari, la rabbia gli cresce dentro. Ha letto del pentimento di Patrick Ruszo – il diciannovenne slovacco reo confesso accusato con Ivan Pajdek e Constantin Fiti dell’omicidio del pensionato di Aguscello lo scorso settembre – attraverso una lettera inviata alCarlino. «Mi vergogno ogni giorno di quello che ho fatto – dice Ruszo – e chiedo scusa alla famiglia di quell’uomo».

Ma la stessa famiglia rimanda al mittente quelle scuse. Inutili. Come si può perdonare chi ha causato il decesso di un settantenne solo, indifeso, picchiato, legato e gettato vivo in un casolare di campagna? «Il mio pensiero – le uniche, commosse, parole che escono dalla bocca di Marco Tartari – non è cambiato. E’ rimasto lo stesso da quel maledetto giorno». Niente perdono, nessunapietas, quel sentimento sconosciuto durante l’assassinio. L’ex gloria della Spal ricorda un passo dell’omelia del vescovo il giorno del funerale di ‘Pigi’, proprio quando parlò, da uomo di chiesa, di «perdono», ma soltanto vincolato all’aver «pagato il debito con la giustizia» e a fronte di un «vero e totale pentimento».

«Non lo volevamo ammazzare. Nemmeno Pajdek voleva farlo», scrive oggi dal carcere il giovane Ruszo. Per poi aggiungere l’alibi: «Eravamo drogati. Ci drogava Ivan ‘il capo’, ci dava qualche soldo e noi eseguivamo gli ordini». «Lo hanno condannato a morte certa in un luogo abbandonato – ripete l’avvocato Eugenio Gallerani che rappresenta Marco e Rita Tartari –. Si tratta di una vicenda feroce e straziante. E gli arrestati adesso cominciano a rimpallarsi le responsabilità. Nelle parole di Ruszo ci sono tante contraddizioni». Dalla sua casa di Aguscello, a due passi dalla villetta dell’amato fratello, Marco tira un respiro profondo. «No, – sussurra ancora – il mio pensiero non è cambiato». E forse mai potrà mutare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: