Rimborsi, ultime ore per i decreti attuativi: caos e incertezze.No dal fondo interbancario

A cura di: Giuseppe Catapano

giucatap359Arezzo, 30 marzo 2016 – E’ l’ultimo giorno per emanare i decreti attuativi sui rimborsi agli obbligazionisti subordinati di Banca Etruria rimasti beffati dopo il 22 novembre. Ma non sembra che la soluzione sia imminente. A Bruxelles si sente ancora odore di aiuto di stato.

Giallo nel giallo: dovrebbe essere il fondo interbancario a farsi carico del’aumento da 100 a 300 milioni ma il presidente Salvatore Maccarone giura di non saperne niente. Esiste il piano del governo? E perchè non è stato almeno comunicato all’organismo che dovrebbe finanziarlo? L’aumento delle risorse dovrebbe essere coperto dal fondo interbancario, ricompensato sia tramite i crediti d’imposta trasferiti dagli istituti insolventi sia attraverso le maggiori risorse che si conta garantisca il trattamento dei crediti deteriorati da parte della Bad Bank, ovverosia Rev.

Ma serve il via libera dell’Unione Europea, in particolare del commissario alla concorrenza Margarethe Vestager, e non è ancora arrivato. Se dovesse sfumare tutto la protesta diventerebbe difficile da contenere, specie alla vigilia delle elezioni amministrative. E se gli obbligazionisti dovessero essere rimborsati avrebbero ancora interesse a portare avanti le denunce per truffa?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: