La telefonista indagata per l’omicidio di Gloria

A cura di: Giuseppe Catapano

giucatap407Gli avvisi di garanzia sono quattro e sono stati notificati ieri sera dai carabinieri. Tre sono destinati a chi già oggi si trova in carcere, Gabriele, la mamma Caterina e Obert. Il quarto, invece, è un nome nuovo anche se ormai noto alle cronaca: Efisia Rossignoli, 45 anni, la telefonista. Contro di lei ci sono quelle 11 chiamate fatte a Defilippi il giorno dell’omicidio di Gloria Rosboch. Gli esami serviranno ad accertare la sua presenza sulla Twingo dove è stata strangolata la professoressa: l’ipotesi potrebbe essere quella di favoreggiamento.

Intanto Stefano Caniglia, l’avvocato di fiducia della famiglia di Gloria, ha le idee chiare: proteggere i beni in possesso di Gabriele e della madre Abbattista, nella prospettiva di un maxi-risarcimento: «Vogliamo impedire dispersioni. I soldi serviranno non solo a coprire il danno causato dalla truffa, ma anche tutti i profili risarcitori legati alla morte di Gloria Rosboch».

Nel mirino la villetta di Gassino e l’alloggio di Castellamonte. Più complicato il monitoraggio dei beni nella disponibilità di Roberto Obert. Oltre ai titoli di Stato per 20 mila euro, risulta titolare o contitolare di tre abitazioni: due a Forno Canavese e una a Torino. Gestiva altri conti correnti, anche all’estero. I carabinieri lavorano sulla rete finanziaria, in parte condivisa con altre persone che rischiano di vedersi sequestrare titoli di loro proprietà.

Prende sempre più corpo l’ipotesi che dietro la truffa alla professoressa, ci sia proprio lui, il complice-amante di Gabriele. Sempre in stretto contatto con banche e broker della zona. E pure con personaggi della criminalità organizzata che praticano l’usura. Ci sono poi gli stipendi di Caterina Abbattista, operatrice socio sanitaria dell’ospedale di Ivrea e la stessa pensione di Obert. «Chiederemo il sequestro di tutti i beni nelle disponibilità degli arrestati e dei complici», spiega l’avvocato Caniglia. Domani, Abbattista sarà interrogata dal procuratore Giuseppe Ferrando.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: