Apple, ecco il piano per Napoli L’Academy da 400 posti

A cura di: Giuseppe Catapano

giucatap19A regime saranno 400 i posti. Nelle intenzioni di Apple i migliori giovani talenti in Italia e in Europa. Appena usciti dalle scuole superiori, ma anche laureati in discipline umanistiche e scientifiche. Il test di selezione sarà in italiano e in inglese e non sarà fondamentale avere pregresse conoscenze informatiche. Si parte ad ottobre nel campus dell’università Federico II nel popolare quartiere di San Giovanni a Teduccio a Napoli. Gli studenti prescelti parteciperanno ad un programma di nove mesi su un curriculum disegnato con la casa di Cupertino. Nella struttura saranno presenti — recita la nota dell’università napoletana — laboratori ad altissima tecnologia per lo sviluppo di applicazioni iOS, il cui obiettivo «è formare sviluppatori e non meri programmatori», spiega Giorgio Ventre, direttore del dipartimento di ingegneria elettrica e tecnologie dell’informazione.

«Durante il primo semestre, i corsi avranno l’obiettivo di migliorare ed elevare le competenze degli studenti nello sviluppo software su iOS; durante il secondo gli studenti parteciperanno a corsi sulla creazione di start up e progettazione di app, e collaboreranno fra loro per la creazione di app che potrebbero eventualmente arrivare all’App Store», riporta il comunicato di lancio dell’iniziativa. Salutata positivamente anche dal presidente del Consiglio Matteo Renzi sulla sua pagina Facebook.

Non è stata fornita al momento alcuna cifra dell’operazione. Nei giorni scorsi — ha scritto il Mattino di Napoli — è partita una caccia a ulteriori risorse finanziarie per rafforzare il progetto. Il costo complessivo tra immobile, lavori di sistemazione della struttura ex Cirio, stipendi dei docenti e attrezzature varie dovrebbe avvicinarsi a quasi 15 milioni di euro. Per arrivare all’accordo, dopo l’annuncio di qualche mese fa da parte del Ceo di Apple Tim Cook, ci sarebbero stati diversi sopralluoghi da parte di una delegazione Usa della Mela. Composta da Gilles Deltel (Strategic Initiatives), Daryl Hawes (Edu Specialist), Gilbert Ho (Education Strategic). Si parla della creazione di un unico grande open space suddiviso da pannelli ideati dal dipartimento di Architettura. Apple provvederà a siglare singoli accordi anche con tutti gli altri atenei campani L’Orientale, Suor Orsola Benincasa, Sannio, Salerno, Seconda Università di Napoli e Salerno-Fisciano per creare al loro interno pre-corsi di tre settimane destinati a coloro i quali vorranno poi partecipare alla selezione per il corso principale di alta formazione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: