Osimo,delitto Pinciaroli:si scopre movente negli sms di Valerio Andreucci

OSIMO -Olindo Pinciroli,veterinario,è stato assassinato con 15 coltellate. Molti i sospetti sul suo collaboratore, Valerio Andreucci  che annunciava agli amici :”salirò ad Osimo per fargli la pelle.”Dopo aver ucciso il suo datore di lavoro, il fantino di 24 anni che sognava di cavalcare un destriero alla Quintana di Ascoli cerca consigli su come sbarazzarsi del cadavere. «Dove si può nascondere un corpo? Non sto scherzando», chiarisce immaginando lo scetticismo dell’interlocutore.E’ tutto scritto nei messaggi che Valerio Andreucci, ora in carcere con l’accusa di omicidio volontario, si scambia via WhatsApp con diversi interlocutori, almeno tre, tra le ore 4 e 51 di domenica ai frangenti successivi al delitto, commesso intorno alle 9 e 30.

E in una di quelle sequenze convulse, dove non sempre i destinatari dei suoi messaggi rispondono e a volte Andreucci dice anche di volersi uccidere, si può intuire il movente dell’omicidio. Come se il povero Olindo sapesse qualcosa di compromettente per Andreucci e il cavaliere temesse che stesse per denunciarlo. Cosa? Soldi, probabilmente, denaro che il collaboratore potrebbe aver sottratto per pagare dei debiti. Forse a un fornitore di droga, visto che davanti al gip Cimini (che ha tramutato il fermo in ordinanza di custodia cautelare in carcere) Andreucci stesso ha ammesso di aver sniffato quattro grammi di coca a una festa la notte prima del delitto.

a cura di Maria Parente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: