Quando l’amore materno sfocia nella follia: la società italiana di neonatologia soccorre con il progetto “ninna ho”

Liberarsi di un figlio ,per una mamma,non deve essere semplice. Mettere al mondo una creatura indifesa ed a sua volta obbligata a fidarsi di chi la circonda dovrebbe suscitare nelle mamme un amore incondizionato e soprattutto un senso di protezione come bebecc80_salute_primesettimane_calofisiologico_0_0.jpgnessun altro,più di lei,potrebbe garantire alla creatura. Ogni giorno tante mamme attentano a quell’amore trasformandosi in follia: nemmeno il tempo di venire al mondo e quelle povere creature si ritrovano sole,abbandonate in qualche posto e nel peggiore dei casi,prossime alla morte. Ieri una mamma 34enne di Torino,domani chissà. Capiterà ancora ed ancora altre volte. Con un coraggio sprezzante che neppure la più feroce delle bestie riuscirebbe con i propri cuccioli.

Le mamme,dovrebbero sapere,che non sono sole. Eppure su un tema così sensibile e delicato c’è tanta disinformazione. Ci sono diverse associazioni in Italia che operano in tal senso: la Sin(società italiana di neonatologia), ad esempio, sostiene e porta avanti da anni “ninna ho”, il primo progetto nazionale a tutela dell’infanzia abbandonata, nato nel 2008 per iniziativa della Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus e di KPMG Italia, che si rivolge a tutte quelle madri che trovandosi in difficoltà non sono in grado di potersi prendere cura del proprio neonato. Il progetto consente alle donne, sia italiane che straniere, di partorire gratuitamente in ospedale senza dare il proprio nome e senza riconoscere il bambino.

Personalmente,reputo ineccepibilce che una mamma possa solo pensare di abbandonare il proprio figlio,ma se per qualunque ragione(economica,psicologica)non si è in grado di poterli crescere ,informatevi e rivolgetevi a persone qualficate e affidabili che possano prendersene cura. Non abbandonate i vostri figli,finireste per calpestare il vostro stesso cuore.

a cura di Maria Parente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: