Tre volte in pronto soccorso in un giorno, manca la diagnosi e muore: risarcimento da 1,3 milioni

Uospedale.jpgn giorno di metà giugno del 2008,Mohammad, sposato e padre di 4 figli:comincia a non sentirsi bene: lo strato interno della più grande arteria del suo corpo, l’aorta, si stava lacerando. Chiedere aiuto al pronto soccorso di due diversi ospedali per ben tre volte nello stesso giorno e morire dopo nemmeno una settimana perché nessun medico è stato in grado di fare un’esatta diagnosi: Le Asst Franciacorta di Chiari e Spedali Civili di Brescia sono state condannate a un maxi risarcimento di un milione e 300 mila euro per non essere giunti a una tempestiva diagnosi che avrebbe potuto salvare la vita a un uomo. Secondo il giudice,diagnosticare la dissecazione aortica (cioè la lacerazione dello strato interno dell’aorta con la conseguente formazione di una sorta di cavità nella quale il sangue penetra e che poi, come in questo caso, si rompe risultando fatale) non è facile e non rientra tra le patologie che più frequentemente si presentano in pronto soccorso però, nel caso di Mohammad non ci sarebbe poi stata tutta questa difficoltà nell’accorgersi di quello che stava accadendo. Mohammad si poteva salvare attuando una corretta terapia chirurgica. Per il giudice entrambi gli ospedali sono colpevoli. L’ospedale di Chiari è responsabile della sottovalutazione del quadro clinico e dell’omissione dei dovuti accertamenti diagnostici mentre i sanitari degli Spedali Civili sono responsabili «di non essere giunti tempestivamente ad una corretta diagnosi pur avendone la possibilità sia sotto il profilo temporale che di mezzi e competenze diagnostiche». Le due aziende ricorreranno in appello.

a cura di Maria Parente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: