Nomina del procuratore di Napoli: palese spaccatura del Csm

La nomina del nuovo capo della Procura di Napoli ha provocato una spaccatura interna al Csm. La Quinta Commissione ha votato oggi i candidati da proporre al plenum: 3 preferenze sono state espresse per Federico Cafiero de Raho, attuale capo della Procura di Reggio Calabria, e altrettante sono andate a sostegno di Giovanni Melillo, sostituto pg a Roma, fino a pochi mesi fa capo di gabinetto del Guardasigilli Andrea Orlando. Saranno dunque due i nomi su cui il plenum, prima della pausa estiva dei lavori, dovrà pronunciarsi scegliendo il successore di Giovanni Colangelo, andato in pensione per effetto della riforma che ha riportato a 70 anni il limite di età per i magistrati.

Sia Cafiero de Raho che Melillo sono stati in passato aggiunti a Napoli: sulle loro candidature il dibattito riguarda due temi molto ‘caldi’ nella politica giudiziaria. Da un lato, infatti, in merito alla valutazione su de Raho, la questione concerne eventuali profili di incompatibilit? parentale con il figlio adottivo che svolge la professione di avvocato proprio al foro di Napoli. Su Melillo, il tema da affrontare ? quello di un incarico direttivo affidato a chi ? da poco rientrato in magistratura dopo un lungo periodo passato fuori ruolo.

a cura di Maria Parente
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: