CHIETI – E’ evaso dagli arresti domiciliari per mangiare una salsiccia appena cotta dal suo vicino di casa, ma per quei pochi minuti è stato sorpreso dai carabinieri e arrestato con l’accusa di evasione. Marco Gentile, 63 anni, è stato condannato a un anno e due mesi dal tribunale di Chieti.

Il difensore di Gentile, l’avvocato Rocco Giancristofaro, nella sua arringa ha evidenziato che l’uomo sta scontando sei anni ai domiciliari per reati contro il patrimonio, che fruisce di due ore di permesso al giorno, che mai si era allontanato da casa e che quel giorno non era certo sua intenzione andare via di casa, ma era sceso solo per prendere la salsiccia. Lo stesso Gentile, nelle dichiarazioni spontanee, ha detto di non essersi allontanato per più di venti metri dal portone di casa. Contro la sentenza di condanna il legale di Gentile ha annunciato ricorso in appello.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: