Torino, svolta nell’omicidio di Vito Amoruso: un fermo dopo un anno e mezzo

A due anni da un omicidio avvenuto in strada a Torino – quello del quarantasettenne Vito Amoruso – è stato trovato il presunto assassino. Amoruso, un rappresentante di commercio torinese, fu ammazzato poco prima delle 7.30 del mattino del 22 ottobre 2015 davanti casa sua in via Valdieri. Fu freddato con un colpo di fucile alla schiena mentre usciva dall’alloggio e morì poco dopo l’arrivo in ospedale. Ora i carabinieri del Nucleo Investigativo di Torino, sotto la direzione della Procura della Repubblica e in collaborazione con i colleghi del Ris di Parma e della Compagnia di Mondovì (Cuneo), hanno fermato il cuneese Daniele Uberti, quarantaquattro anni. Il movente del delitto non è ancora chiaro, ma nei confronti del quarantaquattrenne gli inquirenti, secondo quanto si è appreso, avrebbero acquisito gravi e convergenti elementi di responsabilità.

L’assassino da parte sua commise un errore sul luogo del delitto: non si accorse che il fucile col quale aveva appena sparato al rappresentante di commercio aveva perso un pezzo durante la fuga verso l’auto, una Fiat 500, con la quale poi scappò via. Quel pezzo dell’arma trovato per strada dai carabinieri fu consegnato ai Ris di Parma e probabilmente è stato utile per scovare il responsabile dell’agguato.

a cura di Maria Parente

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: