Grosseto, la comandante dei vigili urbani uccide il figlio 17enne. Poi si suicida

Protagonista dell’omicidio-suicidio in provincia di Grosseto è la comandante della polizia municipale di Monte Argentario, Loredana Busonero, che ha sparato con la pistola d’ordinanza al figlio di 17 anni mentre dormiva e si è poi suicidata nella sua casa sulla strada panoramica di Porto Santo Stefano.

Il ragazzo, contrariamente a quanto appreso in un primo momento, è morto poco dopo a causa della grave ferita alla testa.A lanciare l’allarme sono stati i vicini che hanno sentito gli spari provenire dalla casa della donna attorno alle 8. Sui motivi che hanno spinto la comandante a compiere il gesto estremo indagano i carabinieri di Orbetello che non ha trovato nella casa né lettere né motivazioni per l’accaduto.

Gli inquirenti – coordinati dal pm Maria Navarro della procura di Grosseto – ipotizzano che si sia trattato di un raptus di follia. Fino a mercoledì, infatti, raccontano i colleghi, la donna si era recata regolarmente a lavoro. Busonero, 55 anni, è la ex moglie di Marco Visconti, in passato sindaco di Monte Argentario e deceduto lo scorso anno. Il sindaco di Monte Argentario, Arturo Cerulli, ricorda inoltre che “Loredana aveva molto sofferto in passato per la morte del padre”, che “morì suicida e lei ha sempre detto che il padre l’aveva tradita”. In passato la donna aveva sofferto anche di diversi problemi di salute, da cui però era uscita.

a cura di Maria Parente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: