Da Napoli a Roma per rubare orologi preziosi: arrestati 5 rapinatori pendolari

Personale della Polizia di Stato, della squadra mobile di Roma, nell’ambito del contrasto di reati predatori, ha eseguito 5 misure cautelari a carico di altrettanti rapinatori napoletani, smantellando due pericolose bande specializzate in rapine di orologi di pregio ed autori di dieci episodi consumati ultimamente nella Capitale. In particolare, gli agenti della sezione «Rapine» dopo aver svolto un’accurata attività di indagine con servizi in strada nelle zone maggiormente «battute» dai gruppi criminali napoletani, hanno individuato due bande di rapinatori provenienti dai quartieri spagnoli di Napoli. Al termine delle indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Roma – Gruppo reati contro il patrimonio, è stato emesso un provvedimento restrittivo per i 5 responsabili di dieci episodi di rapina, a carico di soggetti tutti napoletani e con precedenti specifici proprio per rapine di orologi di valore: L.D. di 27 anni, S.V. 30enne, F.L. e S.A. entrambi 35enni e P.A. di 25 anni.

Attraverso una complessa attività investigativa con ricognizioni fotografiche da parte delle vittime e analisi tecniche, è stato possibile ricostruire l’esatta dinamica delle rapine avvenute tutte in orari mattutini nella zona Eur – Tor Carbone, negli scorsi mesi di aprile e maggio. I rapinatori, che hanno asportato orologi dal valore complessivo di oltre 150.000 euro, per poter portare a termine i «colpi», non lesinavano gravi minacce e facevano ricorso alla violenza aggredendo e percuotendo le vittime, provocandole spesso delle serie lesioni. Dopo aver individuato la vittima in auto, questa veniva seguita dai malviventi lungo il tragitto ed aggredita con violenza una volta che la stessa parcheggiava la propria autovettura, talvolta minacciandola con un coltello, per rubare il prezioso orologio indossato. Gli arrestati, individuati presso le rispettive abitazioni nei quartieri spagnoli grazie alla collaborazione del personale della squadra mobile di Napoli, sono stati portati presso la casa circondariale di Napoli, Poggioreale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: