Sottomarino affondato, uno scienziato pazzo e una giornalista scomparsa: una storia da serie tv

Un inventore pazzo, un sottomarino affondato, una giornalista sparita:in Danimarca il proprietario di un sottomarino affondato venerdì è stato infatti arrestato ed è tenuto in custodia dalla polizia di Copenaghen con l’accusa di omicidio colposo, perché una giornalista svedese che giovedì era a bordo del mezzo per scrivere un L’uomo arrestato si chiama Peter Madsen, ha 46 anni e in Danimarca è conosciuto con il soprannome “Rocket Madsen”: è noto per aver raccolto con il crowdfunding i soldi necessari per la costruzione del sottomarino, l’UC3 Nautilus, che a sua detta era il più grande sottomarino del mondo costruito da un privato. La polizia sospetta che sia morta, ma finora il suo corpo non è stato trovato, nemmeno all’interno del sottomarino affondato.L’uomo è stato soccorso in mare durante il naufragio del Nautilus e quando la polizia gli ha chiesto dove fosse Wall, ha detto di averla lasciata sull’isola di RefshaleoenL’ultima persona ad avere visto Wall, oltre a Madsen, è un passante che l’ha fotografata mentre si affacciava dalla torretta del Nautilus giovedì.Quando la polizia danese lo ha ispezionato, al suo interno non ha trovato corpi ma sospetta che il Nautilus possa essere stato affondato volontariamente, ha detto in una conferenza stampa il portavoce Jens Moller Jensen. Le ricerche per trovare Wall continuano.

a cura di Maria Parente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: