I centesimi non spariranno:il Governo fa marcia indietro

centesimi.jpg

ROMA – La manovra-bis del Governo proponeva un emendamento del Pd il quale prevedeva l’ addio alle monete da 1 e 2 centesimi a partire dal primo gennaio 2018 . Peccato che il Governo è stato costretto alla marcia indietro: la questione non è risolvibile da un parlamento nazionale, l’Italia non può unilateralmente sospendere l’emissione delle monetine da 1 o 2 cents, la decisione spetta al Consiglio europeo.

Per questo, assicurano fonti del Tesoro, a giorni una norma cancellerà l’emendamento dal testo della finanziaria. Una norma che, oltre alla comodità di semplificare i pagamenti spiccioli, si riprometteva un risparmio dell’ordine di 23 milioni di euro da destinare a un fondo per l’ammortamento dei titoli di Stato. Un risparmio, secondo i proponenti, realizzato da parte della Zecca sollevata dal compito di coniare quelle monete. Ma anche qui, a quel risparmio in realtà corrisponderebbe un aumento della produzione dei pezzi da 5 centesimi, con relativi costi. Fra l’altro sarebbe illegale negare -pensiamo ai turisti – la possibilità di dare resti in monete da 1 o 2 centesimi.

a cura di Maria Parente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: