Come ed in quale circostanza si può contrarre la malaria?Il decesso della piccola Sofia che allarma l’Italia

Sta allarmando,e non poco,il caso della piccola Sofia Zago,  la bimba di 4 anni, originaria di Trento, morta nella notte tra domenica e lunedì all’ospedale di Brescia dove era stata trasferita d’urgenza per un caso rarissimo di malaria autoctona. I medici si interrogano sul punto e ancora non riescono a capacitarsi  di come la piccola abbia contratto l’infezione e soprattutto ,ci si domanda,dove: dalla dichiarazione  di Paolo Bordon direttore generale dell’Apss (Azienda provinciale dei servizi sanitari del Trentino),   la malaria è trasmessa all’uomo dalla puntura di una zanzara Anopheles; la malattia infettiva è causata da un parassita chiamato plasmodio che la zanzara trasmette all’uomo pungendolo. Non si trasmette sangue su sangue, uomo su uomo e neppure da zanzare nate in Italia, inadatte a trasportare il plasmodio. Precedentemente Sofia era stata ricoverata presso la struttura ospedaliera di Trento per un esordio di diabete infantile ed in quel periodo,erano ricoverati all’ospedale due bambini che avevano contratto a loro volta l’infezione in un paese tropicale. “La bimba – spiega ancora Bordon – aveva il diabete, che nulla aveva a che fare con la malaria. Il periodo di latenza potrebbe fare pensare che l’avesse contratta prima, poi, certo, la presenza di due bambini malati qui fa insospettire. Il punto è che dovrebbe esserci stata qualche zanzara anofele, magari in dei bagagli. I nostri veterinari, interpellati, dicono che un’altra zanzara, nostrana, non può farsi vettore, anche se ha punto malati”.

download.jpg

Una spiegazione plausibile viene fornita da Giampiero Carosi, ordinario di clinica delle malattie infettive e tropicali dell’Università degli Studi di Brescia, che al quotidiano la Repubblica spiega: “Non mi sono occupato del caso e non sono un entomologo, ma ci sono numerosi studi che attestano la presenza della zanzara Anopheles in Italia, pur se si tratta di esemplari poco adatti alla trasmissione del Falciparum. Al momento le informazioni sul caso sono limitate, il periodo in cui la bambina è stata infettata fa pensare a contatti con viaggiatori, provenienti da Paesi in cui la malaria è diffusa, che non avendo fatto una profilassi adatta sono stati infettati e hanno portato il parassita in Italia”.

a cura di Maria Parente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: