Anche i pesci vittime del riscaldamento globale: si rimpiccioliscono del 30%

zivted.jpgIl riscaldamento globale,è stato dimostrato,risulta essere la causa di uno strano e inaspettato fenomeno: i pesci stanno perdendo massa,riducendosi del 30% rispetto alle dimensioni standard di ogni esemplare.Un disastro in termini economici per la pesca che rischia di perdere 3,4 milioni di tonnellate per ogni grado di aumento della temperatura media mondiale: soprattutto il segnale dell’impatto dirompente dei cambiamenti climatici sui processi che garantiscono la sopravvivenza degli eco-sistemi marini.

William Cheung e Daniel Pauly dell’università della British Columbia sottolineano come «il riscaldamento dell’atmosfera e di conseguenza quello dell’acqua ha fra i suoi effetti l’aumento del metabolismo dei pesci, che quindi richiedono più ossigeno per sostenere le funzioni vitali». L’effetto è più visibile nei pesci più attivi, come i tonni. I più sedentari, come la trota, si riducono invece del 18%.

a cura di Maria Parente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: