11 settembre 2001: il crollo delle Torri Gemelle . Per non dimenticare

Sedici anni fa il crollo delle Twin Towers negli USA. Se i media tacciono,sarà la nostra memoria a parlare in nome e nel ricordo delle 2.995 persone che quell’11 settembre,inaspettatemente,hanno perso la vita.

1467704467-clark4-800x555.jpg

Ho avuto come la sensazione che di questo giorno ci importi poco, o ben poco. Come se i fatti datati 11 settembre 2001,esattamente sedici anni fa,fosse cosa da poco o di pochi. Il tempo passa,le tragedie aumentano anzi sono all’ordine del giorno tra catastrofi naturali e imminenti minacce di guerra. Si prova ad andare avanti,o meglio,si deve. Ma la memoria non deve affievolirsi,ciò che è stato non può e ,non deve, essere postato nel dimenticatoio o in qualche angolino buio della nostra mente per cui fatichiamo a ricordare e di conseguenza,a riportare in vita. L’ 11 settembre 2001,dicevo,deve essere considerato un fatto di tutti e tutti indistintamente siamo in dovere di commemorare . Come fu l’olocausto,come è stata la guerra in Kosovo e come sono oggi le brutalità cui siamo costretti ad assistere. Dietro l’attentato alle Torri Gemelle,si celano ragioni non svelate e tante morti non giustificate. Quell’undici settembre,per centinaia di persone che abitavano le Torri,era un giorno di vita normale,uno di quelli da portare a termine e poter finalmente giungere i propri cari per la cena. Non fatico ad immaginare come ,le vittime di quell’atroce attentato,avrebbero potuto trascorrere la serata dell’ 11 settembre e soprattutto,quanti avrebbero voluto poter riabbracciare i propri figli,la moglie o il marito e quanto avrebbero desiderato poter continuare a vivere. Tutto ciò che di più semplice si possa immaginare, ed è tutto ciò di cui sono stati privati perché quella mattina  quasi 3000 persone hanno incontrato la morte.

La mattina dell’11 settembre 2001 diciannove affiliati all’organizzazione terroristica di matrice fondamentalista islamica al-Qāʿida dirottarono quattro voli civili commerciali. I terroristi fecero intenzionalmente schiantare due degli aerei contro le Torri Nord e Sud del World Trade Center di New York, causando poco dopo il collasso di entrambi i grattacieli e conseguenti gravi danni agli edifici vicini. Il terzo aereo di linea venne dirottato contro il Pentagono. Il quarto aereo, diretto contro il Campidoglio o la Casa Bianca a Washington, si schiantò in un campo vicino a Shanksville, nella Contea di Somerset (Pennsylvania), dopo che i passeggeri e i membri dell’equipaggio tentarono, senza riuscirci, di riprendere il controllo del velivolo. Negli attentati morirono 2 995 persone, tra cui 343 vigili del fuoco e 60 poliziotti.La maggior parte delle vittime era civile; settanta le diverse nazionalità coinvolte.

a cura di Maria Parente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: