Furia maltempo su tutta la Penisola: ancora due dispersi a Livorno

immagini.quotidiano.jpg

ROMA – La città di Livorno assediata dal maltempo: ancora si cercano due dispersi,una donna di 34anni ed un uomo. L’allerta meteo per pioggia è estesa fino a martedì, anche se declassata da arancione a gialla. Ma dopo il nubifragio sul Centro Italia, i temporali adesso si spostano al Sud. La Protezione Civile ha comunque diramato una allerta arancione per rischio idraulico e idrogeologico in molte regioni d’Italia: Toscana, Lazio, Abruzzo, Umbria, Campania, Basilicata, Molise, Calabria, Sicilia, Friuli, Lombardia, Veneto.

Palermo sono stati 80 gli interventi dei vigili del fuoco a causa del nubifragio, accompagnato da una grandinata. Allagamenti e infiltrazioni d’acqua si registrano in tutta la città: decine gli alberi divelti dalla furia del vento. Forti venti da ponente con raffiche da burrasca, precipitazioni e temporali, lampi e tuoni tutta la notte nelle Eolie. Le scuole sono chiuse e i collegamenti marittimi sospesi. Per gli acquazzoni, le strade di Lipari e Canneto, e di Vulcano, si sono allegate. Un acquazzone e violente raffiche di vento anche su Catania.

In Campania scantinati, box e piani bassi delle case sono invasi dall’acqua soprattutto a Torre Annunziata e nella zona di Giuliano. Scuole chiuse a Torre del Greco. Mare mosso e vento forte già da ieri hanno condizionato i collegamenti da Napoli con le isole del Golfo. Allerta per i sindaci vesuviani perché i vasti incendi che hanno interessato il Vesuvio quest’estate hanno alterato l’equilibrio idrogeologico e si teme che i rovesci abbondanti di pioggia passano causare colate di fango o frane. In Irpinia pietre e fango nell’Avellinese, tra Montoro e Forino, a causa di una slavina scesa dalla parte della montagna interessata questa estate dagli incendi.A Casamicciola, Ischia, nelle zone maggiormente colpite dal terremoto dello scorso 21 agosto, “l’amministrazione comunale raccomanda a tutti i cittadini residenti nelle zone verdi e con case agibili che debbano attraversare la zona rossa, di farlo con la massima prudenza, stante il pericolo di frane derivanti dalle forti precipitazioni previste.”

 

a cura di Maria Parente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: