Spoleto Art Festival 2017: il connubio perfetto tra arte,formazione e cultura

2017 Logo SFAteodelapio 2_resize.jpgLa magia dell’Arte-Non ho mai osato chiedere cosa l’arte realmente sia. Nemmeno a me stessa. Ho pensato,immaginato e dunque giunta alla decisione di dovermi affidare ai sensi per carpirne l’essenza. Perché,come sarà ben noto a tutti,non esiste strumento più adeguato per poterci avvicinare ad una giusta definizione :vedere,ascoltare,toccare,udire e talvolta gustare,ci consente di percepire non solo ciò che l’arte è per tutti,e quindi un patrimonio inestimabile,ma ciò che un’opera d’arte possa rappresentare per noi stessi. Presenziare allo Spoleto Art Festival,nei giorni 22-25 settembre 2017,è stata una grande opportunità di avvicinamento e di maggiore conoscenza dell’Arte: respirare l’arte a 365 gradi ed in ogni angolo della città,vivere l’artista e conoscere la sua sfera più intima,immergersi in un mondo che fino a qualche giorno prima ammiravo da lontano . Quanti aforismi e citazioni di artisti valorosi sull’argomento ma niente e nessuno, posso garantirvi ,potrà mai soddisfare il desiderio e la curiosità più che una reale immersione nell’arte stessa.

Spoleto Art Festival,una kermesse formidabile-Sublime,raffinata e d’una sensibilità estrema : è questa l’arte che i grandi artisti sono soliti apprezzare. Arte è tutto ciò che non può essere relegato ad una bonaria descrizione,perché saper fare l’arte s’avvale di molto più. Ed ancora più arduo è il compito di coloro che impiegano la propria esistenza per diffondere e sollecitare il popolo verso l’arte,quasi come una missione. E’ un “lavoro” che richiede passione ed ingenti dosi di tempo e denaro. Si perché,saper coniugare differenti tipologie di arte,amalgamandole non è un compito di poco conto ma, oggi e per fortuna c’è chi riesce nello scopo: con intelligenza e diplomazia, coraggio e tanta passione è possibile realizzare quanto di più complicato si possa immaginare e per l’appunto richiamare all’arte professionisti , artisti ed unirli in una manifestazione il cui eco invade l’Italia intera ed il resto del mondo. Con lo Spoleto Art Festival,presieduto dal Prof. Luca Filipponi,con Paola Biadetti(direttore marketing), il M° Prof.Alessandro Trotti(direttore artistico),il M° Prof. Sandro Bini(Presidente commissione del premio) e Angelo Sagnelli (Presidente e Direttore Artistico Premio Letteratura), la città di Spoleto con più di cinquanta esposizioni ha consacrato quella che è l’essenza del Festival “a voler dimostrare che la manifestazione si estende nella città e per la città”.Fu Giancarlo Menotti,in principio,con il Festival dei Due Mondi, conosciuto anche col nome di Spoleto Festival: una manifestazione internazionale di musica, arte, cultura e spettacolo che si svolge annualmente nella città di Spoleto, dal 1958.Attuale direttore artistico è il maestro Giorgio Ferrara.

 

2017 Manifesto SFA - PretTonRes.jpg

Spoleto Art Festival,il programma-Venerdi 22 settembre,giornata inaugurale dello Spoleto Art Festival,presso il prestigioso Teatro Caio Melisso,abbiamo assistito all’esibizione teatrale di Alessandro Calonaci,attore toscano, che con un monologo ha dato anima alla storia di Don Lorenzo Milani raccontata da Fabrizio Borghini con il libro: “Lorenzo Milani,gli anni del privilegio”. A seguire, il presentatore Gabriele Blair introduce il “Grande Galà della Musica” con la voce superba del soprano Tania Di Giorgio e la professionalità del M°Marco Attura al pianoforte. A concludere lo spettacolo di inaugurazione del Festival, il prof. Luca Filipponi e l’intervento del giudice Angelo Matteo Socci. Il Teatro Caio Melisso è allestito con le opere di Bruno Lucatello con l’esposizione delle opere intitolata “La mia Venezia”. E’ seguita una degustazione di vini e prodotti tipici offerto dalla Presidenza dello Spoleto Art Festival presso il Palazzetto Pianciani con l’esposizione di ARte Contemporanea “Urbana Texture-Storie soggettive di città”,mostra curata da Loredana Finicelli, organizzazione e comunicazione a cura di Lisa Bernardini(ass. cultuale “occhio dell’arte).La giornata successiva,quella di sabato 23 settembre, ha visto concentrarsi due appuntamenti di rilievo e di grande spessore culturale: Palazzo Mauri ,e precisamente la biblioteca G. Carducci, accoglie il Rettore  AUGE Giuseppe Catapano ed il Prof. Francesco Petrino(Toga d’oro AUGE) con il seminario”Istruzione e formazione per combattere la disoccupazione giovanile” e la successiva nomina di nuovi accademici. Nel pomeriggio si è assistito al “Premio Letteratura 2017”,a cura dell’ Avv. Angelo Sagnelli che ha visto premiare eccellenti personalità nel campo della letteratura alla presenza della Presidente della Regione dell’Umbria Prof Donatella Porzi. Ecco i letterati premiati : Ton Pret, artista e designer olandese , nonché autore del manifesto dello Spoleto Art festival, Fabrizio Borghini ( alla carriera per il giornalismo),Nicola Sciannimanico ( Coppa d’Oro per la Poesia Contemporanea),Giuseppe Catapano ( libri di successo), Gianni Mauro ( speciale musica), Stelvio Cipriani ( Speciale Musica con consegna successiva),Michael Crisantemi ( Premio Commissione tecnica),Antonio Lera ( Caffè Letterario Flavius Edizioni), Francesco Petrillo ( Europa senza Statualità-Solfanelli Editore),Francesco Terrone ( Sulle Ali del Vento-Brignoli Edizioni), Claudio Tortora ( Vita D’Artista-Lfa Publisher), Francesco Grillo ( Raito Libri Vetrina Letteraria),Franco Micalizi ( Lo chiamavano Colonne Sonore-Viola Editrice),Gian Luca Cossari ( Premio Speciale Creatività), Giulia Fera-Francesco Testa ( Aironi di Carta-Graus Editore),Marina Petrillo ( Tabula Animica-Libro d’artista), Cristina Crescentini ( Semplicemente Amore), Rita Caccamo ( Strettamente Personale-Edizioni Nuova Cultura),
Marco Tullio Barboni ( E lo Chiamerai Destino),Giacomo Marinelli Andreoli ( Nel segno Dei Padri-Marsilio Editore), Menon Carla ( Premio Speciale alla Carriera),
Rita Cavallaro ( Oltre l’Indizio-Malè edizioni), Alfonso Bottone ( Premio Speciale per la novità editoriale e del Presidente), Graziana Santamaria( Premio Speciale Cultura ),
Claudio Lattanzi ( Amore e sesso al tempo degli Etruschi), Luca Pompei ( Premio Speciale Giallo D’Autore), John Christie ( Premio Internazionale),Maria Grazia Salpietro ( Associazionismo Culturale), Gaetano Basti ( Premio Speciale per l’Editoria d’Autore), Nicoletta Di Gregorio ( Premio Speciale del Direttore Artistico),
Daniela Quieti ( Premio Speciale della Fondazione Tau), Chiara Basile Fasolo ( Premio Speciale Cinema e Televisione e dell’Accademia Auge). La serata è stata coadiuvata
e diretta da Angelo Sagnelli e dalla madrina dell’evento l’attrice e cantante Angelica Volpi. Il critico d’arte Carlo Alberto Sciascia ha curato la mostra pittorica a Palazzo Mauri con l’esposizione delle opere di : Pierfelice Trapasso,Irma Don Giovanni,Domenico Savoldelli, Bartolomeo Sciascia. Con la giornata di oggi,domenica 24 settembre,si assisterà al Concerto di Mezzogiorno a Casa Menotti,curato dal soprano Tania Di Giorgio per poi proseguire nel pomeriggio con la presentazione performance a cura della Baronessa Soares presso l’Ex Museo Civico di Via Duomo e ritornare,alle ore 18.00,presso Casa Menotti con un nuovo concerto curato dal splendido soprano Tania Di Giorgio.

SpoletoArtFestivalArtintheCity Retro.jpgL’asse Spoleto-New York tra passato e futuro-“Il  punto dal quale questa kermesse vuole partire è l’asse Spoleto-New York costruito in 50 anni con il Festival dei Due Mondi di Giancarlo Menotti,come punto fondamentale e fondante della cosidetta Salad Bowl o meglio,la grande insalatiera delle arti secondo la visione del grande amico di new York e della sua internazionale cultura,Francis Scott Fildgerald.“(Prof. Luca Filipponi) .“Ogni anno Spoleto,grazie a questa manifestazione,diviene un vero e proprio cantiere delle arti attraendo persone,personaggi ,artisti e media dei 5 continenti.Giancarlo Menotti ha dato vita a qualcosa di straordinario che ha fatto di Spoleto ,dal 1958 al 1973,Capitale mondiale della Cultura,per poi continuare come un grandissimo festival di sperimentazione e di avanguardie. I numeri parlano da se:oltre 50 locations sparse in tutta la città,con 90 soggetti provider tra accademie,associazioni culturali ed artistiche,Enti,società,pubbliche o private,gallerie editori e tantissimi artisti,presenti in grande massa(oltre 3000)“(Paola Biadetti,direttore marketing).Attraverso l’arte e la cultura si può capire meglio la società contemporanea e,sempre con l’arte,è possibile portare all’attenzione dei media nazionali ed internazionali le maggiori problematiche che nella realtà di tutti i giorni non vengono intercettate oppure vengono affrontate in maniera molto debole. Ed è per questo che noi come AUGE(Accademia Universitaria Studi Giuridici Europei)siamo ben lieti di essere presenti a Spoleto”.(Prof. Giuseppe Catapano,Rettore AUGE)

16508308_107640763087809_2028149011208683633_n1-e1506274563375.jpg

 

 

a cura di Maria Parente

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: