Arezzo,ennesimo litigio che sfocia in tragedia: uccide il marito e tenta il suicidio

2488687_1331_levizzari.jpg

AREZZO-Un litigio,l’ennesimo della coppia che finisce in tragedia: la donna esausta dei continui dissidi colpisce  il marito alle spalle con il mattarello, preso da un cassetto della cucina, e gli ha fracassato la testa uccidendolo. Poi ha tentato il suicidio ingerendo dei sonniferi. E’ accaduto la scorsa notte in una casa alla periferia di Terranuova Bracciolini (Arezzo) nel giorno in cui in paese era in pieno svolgimento la festa del Perdono con migliaia di persone per le strade. A scoprire il corpo dell’uomo in una pozza di sangue è stata la figlia della coppia quando è rincasata. La donna non ha tardato a confessare l’omicidio,confessione che ne ha decretato l’arresto.

Dopo l’omicidio,la 58enne ha assunto farmaci, una manciata di sonniferi per suicidarsi, ma l’arrivo dei sanitari del 118 ha impedito il peggio ed è stata salvata dalle cure dei medici all’ospedale.All’origine della tragedia familiare potrebbe esserci la condizione di estrema fragilità fisica dell’uomo, che era rimasto vittima anni fa di un ictus, tanto che l’uomo aveva bisogno di continua assistenza, a causa dei gravi problemi di deambulazione.Ed è stata proprio la giovane, 25 anni, che rientrata a casa ha scoperto la scena agghiacciante del padre con la testa fracassata e la madre distesa sul divano dopo aver assunto i sonniferi e ha dato l’allarme chiamando il 118 e i carabinieri.

a cura di Maria Parente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: