Giudicate Voi:”Diritti del malato: quali le agevolazioni per giovani e anziani?”

“Diritti del malato: quali le agevolazioni per giovani e anziani?” Questo l’argomento affrontato nella sesta puntata di Giudicate Voi. Alfredo Mariani rompe il ghiaccio rivolgendosi al Prof. Giuseppe Catapano,Rettore AUGE: “Il diritto alla vita,così come il diritto alla salute,sono espressamente sanciti dalla nostra Costituzione. Il servizio sanitario nazionale è stato istituito nel 1978 per tutelare i principi di universalità e uguaglianza,sono poi nate piccole strutture che dovrebbero essere al servizio del malato,ma oggi possiamo affermare che il servizio sanitario pubblico non è più garantito. E’ ormai risaputo che per rimediare al risanamento del bilancio statale spesso i fondi vengono sottratti proprio alla sanità.”Il Dott. Cesare Cilvini(Tesoriere AUGE),con il suo intervento,mira ad evidenziare un concetto fondamentale quale la bravura e professionalità del medico che ci assiste. “Non sempre ci si ritrova ad essere assistiti dai migliori medici ma,in ogni modo,quest’ultimo svolge un ruolo fondamentale. Il medico deve essere sempre bravo ad approcciare con il paziente. Da non sottovalutare a tal fine che, usufruire di un medico e dei suoi consulti è un servizio a pagamento: i migliori,infatti, sono i privati ed anche se fanno parte del servizio sanitario pubblico non riescono a tutelare tutti i pazienti perché inflazionati. Non di poco conto è il caso dei malati immaginari,che stazionano anche per lunghi periodi presso strutture pubbliche,occupando il posto a persone con gravi e seri problemi di salute. Comunque il mondo della medicina è particolare e poco meritocratico ,soprattutto in Italia ,è vero che talvolta i migliori non riescono ad emergere perché ci sono altre dinamiche che prendono il sopravvento su chi è davvero meritevole.”

22728817_10155237043232217_8300144266830955558_n1.jpg

Il Dott. Salvatore Allocca, psicologo e psicoterapeuta ,segue al Dott. Cilvini per parlare dell’aspetto relativo aI diritto,per il malato, alla cura psicologica e psicoterapica :”Ricollegandomi al discorso del Prof. Catapano,E’ proprio l’art.32 Cost,così come anche la ricerca scientifica. a sancire il diritto alla salute . La qualità della vita del malato è garantita dalla psicoterapia. Con la notizia della malattia si viene a delineare un dramma una frattura forte a livello psicologico,alla terapia medica dovrebbe essere necessariamente affiancata la psicoterapia. Il malato subisce un cambiamento in tutti sensi ,minando alla propria stabilità. Non è facile fare prevenzione,sia nel campo medico che psicologico,bensì richiede una buona dosa di impegno: Una persona malata di alzheimer viene toccato nell’identità. È un trauma psicologico devastante e ricostruire l’identità di quella persona non è affatto semplice ma è un lavoro necessario da fare”.Presenti in studio e parte del dibattito non solo medici ma anche legali,rappresentati da tre avvocati penalisti: Avv. Mariagrazia Santosuosso(Foro di Napoli),Avv. Rosa Esposito(Foro di Napoli) e l’avv. Aurora Casillo(Foro di Nola): L’avv. Santosuosso illustra le eventuali responsabilità mediche:“l’avvocato subentra in una fase successiva al danno. Quando sussistono  responsabilità mediche,tuteliamo il paziente agendo contro il medico. Oggi sono in aumento i procedimenti per colpa medica. Il cittadino non si sente tutelato dal sistema sanitario e deve perciò ricorrere alla denuncia.” ,all’intervento segue l’avv. Esposito:” Il cittadino può sempre denunciare alla procura pubblica  se attende un ragionevole tempo senza le dovute cure. Per procedere ,normalmente è necessario il supporto dell’avvocato con un consulente tecnico che valuterà la documentazione e se sussiste una responsabilità.”, conclusivo l’intervento dell’avv. Casillo circa gli anziani ed il diritto di assistenza da parte dei figli: “Anche la cassazione si è pronunciata nel merito. il genitore che non può provvedere a se stesso deve essere sostenuto dai figli. Se alla necessità si affianca il bisogno i figli sono tenuti a corrispondere gli alimenti,ma anche i fratelli. La violazione di quest’obbligo è considerata un reato dall’art 570 cc. “ Il Dott. Gennaro Sannino (Presidente Ass. Noi Polizia)è rammaricato,risentito delle ingiustizie riversate sui cittadini,penalizzati persino nell’ambito sanitario ,sostenendo che il sistema previgente andrebbe rivisitato per garantire tutela ed equità a tutti, indistintamente dalla razza e dalle possibilità economiche: “I tagli alla sanità sono un crimine,un attentato alla incolumità del popolo! Innanzitutto ,aspetto da non sottovalutare,il ticket andrebbe diminuito ed andrebbero aumentati i presidi di pronto soccorso. “. In studio Maria Parente,responsabile stampa AUGE,ha prestato diversi spunti al dibattito ,tutti rigorosamente a sfondo social. La sesta puntata di Giudicate Voi ha dedicato spazio ad un giovane talento rap, AlphaP,con il suo singolo “Je penso” per dare voce ai pensieri ed ai sentimenti di chi non può esprimersi e facendo riferimento all’argomento trattato in puntata,a coloro che per causa di forza maggiore sono costretti,spesso,a dover subire e non potersi ribellare.

a cura di Maria Parente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: