Banche italiane e BTp nel mirino dei mercati: cosa succederà?

E’ prevista nella giornata di domani la settima riunione annuale del board della BCE che scioglierà finalmente il nodo “tapering”. L’avvio del ritiro degli stimoli monetari avverrà probabilmente in maniera soft, con gli acquisti degli assets mensili ridotti gradualmente, fino ad annullarsi entro il secondo o terzo trimestre dell’anno prossimo. Dal marzo 2015, mese di debutto del “quantitative easing”, Francoforte ha acquistato circa 300 miliardi di BTp, grosso modo tre volte l’importo delle emissioni nette da parte del nostro Tesoro. Ciò significa che l’istituto ha nei fatti non solo finanziato l’intero deficit fiscale cumulato del periodo 2015-2017, ma ha anche comprato titoli “vecchi”.

soldi

Il venir meno del supporto monetario comporterà inevitabilmente una risalita dei rendimenti in tutta l’Eurozona, ma ai danni, in particolare, dei bond percepiti meno sicuri, perché tornando i prezzi ad essere maggiormente legati ai fondamentali, non potrà che uscirne penalizzata l’Italia, con un indebitamento record di quasi 2.300 miliardi e una crescita economica bassa, per quanto in accelerazione, e un risanamento dei conti pubblici lungi dall’essere stato completato.A questo scenario già in sé non rassicurante, se ne somma un altro, ovvero i cambiamenti regolamentari in vista nell’area. La Commissione europea, per voce del suo vice-presidente Valdis Dombrovskis, ha annunciato che entro i primi mesi del 2018 arriveranno proposte da parte del comitato rischi della BCE, tese ad allentare il rapporto tra banche e titoli di stato. Le banche italiane posseggono ancora sui 360-370 miliardi di BTp, un livello pari a circa un quinto dei loro attivi, considerato anomalo in Europa. Due le possibili soluzioni in discussione da mesi e non necessariamente tra loro alternative: porre un tetto ai titoli detenibili, in rapporto agli attivi totali; richiedere accantonamenti di capitale per i prestiti agli stati, sulla base del grado di rischio segnalato dai rating sovrani.

a cura di Maria Parente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: