A che età iniziamo a comprendere gli altri?

Intorno ai quattro anni, all’improvviso, iniziamo a realizzare che anche gli altri pensano, e che hanno una visione del mondo differente dalla nostra. A tre anni, infatti, i bambini non sono ancora in grado di immaginare cosa possa esserci nella mente di un’altra persona, né se lo chiedono.shutterstock_519422890.630x360

Nel giro di pochi mesi, però, la maturazione delle fibre di una zona del cervello chiamata fascicolo arcuato provoca un drastico cambiamento nella comprensione del mondo.Quell’area cerebrale, infatti, connette due regioni fondamentali: la prima, posizionata nella parte posteriore del lobo temporale, supporta il pensiero adulto sugli altri e i loro pensieri; la seconda, nel lobo frontale, è coinvolta nel mantenimento delle cose a differenti livelli di astrazione, quindi ci consente di capire cos’è il mondo reale e quali sono presumibilmente i pensieri delle altre persone. Quando il fascicolo arcuato collega le due regioni, i bambini iniziano a immaginare i pensieri altrui.Lo hanno scoperto gli studiosi del Max Planck Institute for Human Cognitive and Brain Sciences di Lipsia, in Germania, in collaborazione con l’Università di Leida, nei Paesi Bassi. Nel corso delle ricerche sono stati analizzati i risultati delle risonanze magnetiche cerebrali di 43 bambini di tre e quattro anni di età, ed effettuati alcuni test specifici.

a cura di Maria Parente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: